Un progetto nato osservando la lavorazione di sbozzo delle sculture di marmo, in cui la forma tridimensionale è delineata da una serie regolare di tagli gestiti da una macchina a controllo numerico. Si vengono in questo modo a formare sottili lamelle di marmo, i cui bordi esterni una volta spezzati, svelano la scultura grezza celata al suo interno.
Stesso concetto e medesima lavorazione sono declinate nella realizzazione del lavabo Introverso: un blocco di marmo bianco Carrara,

tornito e alleggerito da una serie di tagli che lasciano intravedere la sua anima interna, la forma dentro la forma. Il blocco di marmo perde il suo aspetto monolitico e si trasforma in qualcosa di etereo, trasparente, che racchiude un’anima segreta. Anima che può rimanervi nascosta, lasciandosi intravedere dai sottili giochi di luce, o può essere lentamente svelata spezzando i bordi delle lamelle.